è già primavera?

biancospinoA

Sono andato a comprare due panini: uno serve subito per Andrea, dopo ore sui libri deve mangiare qualcosa prima dell’allenamento di pallanuoto ( sono nel pieno del campionato di serie B e hanno perso troppe partite), l’altro è per la cena, sua naturalmente quando tornerà a casa.  Nella stradina per il panificio , ora che la primavera finalmente respira, sporgono da un basso muretto in pietre di lava e vecchio intonaco rosso  i rami di un biancospino.  Ecco,  nel nostro vivere tutti  prima o poi ed anche più volte talvolta,  ci confrontiamo con qualcosa di autenticamente inspiegabile.  Per quanto mi riguarda,  uno di questi fenomeni   è per me  lo stato di quasi trance, o di assoluto rapimento,  che ho sempre provato(fin quando indietro posso spingere la mia memoria ) per la pianta del biancospino. Davvero straordinario e del tutto inconsueto l’effetto che ha su di me.  Mi fermo,  sento agire dentro il mio petto come una dolce vibrazione,  un movimento  che si diffonde in tutto il corpo prima e che  arriva fin dentro la testa poi.  Entra nelle vene si mischia al sangue e abita tutto il mio essere.  Si prende  infine la mente che d’ improvviso zoppica nel suo procedere e si lascia imbambolare da questo fiore, dal suo profumo,  dal bellissimo contrasto che forma col candore tenero dei suoi petali ed il giallo dei pistilli al centro.  Sinceramente ho più volte  tentato, nel corso della mia vita, una analisi di questo che è un autentico fenomeno: mai provato fin questi estremi per alcuna altra cosa o oggetto o prodotto artistico o persona.  Probabilmente, anzi di certo, non posso davvero rendere in maniera intellegibile il fenomeno, mi rendo conto.  Ciò che provo può essere assimilabile soltanto a certi stati di coscienza alterati nei quali ci si trova sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.    Tuttavia è importante che io possa parlare con qualcuno di queste mie emozioni.  Sono davvero felice in questo momento, perché esprimo qualcosa di intimo e segreto e sulla mia scrivania, tra il monitor del PC e il bicchiere col whiskey , c’è in un vasetto di vetro un rametto di biancospino con tanti, ma tanti fiori dolci. Ti conosco  da poco ma devo dire che sono contento di questo strano contatto con una persona che pur sconosciuta  riesce a trasmettere le emozioni che  regali. Così ho deciso di farti partecipe di questa mia cosa accaduta poc’anzi.  Sono sicuro che dopo qualche istante di riflessione capirai perfettamente ciò che dico e sento. Che non ti sembri poco cara amica, è tanto invece: cavolo  c’è chi mi capisce!!!. Sono davvero felice oggi.                                              

è già primavera?ultima modifica: 2008-05-08T13:05:12+02:00da giallorock
Reposta per primo quest’articolo