è già primavera?

Sono andato a comprare due panini: uno serve subito per Andrea, dopo ore sui libri deve mangiare qualcosa prima dell’allenamento di pallanuoto ( sono nel pieno del campionato di serie B e hanno perso troppe partite), l’altro è per la cena, sua naturalmente quando tornerà a casa.  Nella stradina per il panificio , ora che la primavera finalmente respira, sporgono … Continua a leggere

tibet

TIBET   Nel 1950 in nome di una vaga, inconsistente e fumosa territorialità, il colosso cina (non riesco a scriverlo in maiuscolo) invadeva il minuscolo Tibet.Sono ad oggi circa 58 anni di repressione selvaggia. L’invasione di un governo oppressivo e totalitario ha determinato un terremoto sociale che è inevitabile fonte di privazioni, angosce e pericoli di ogni sorta. Il civilissimo … Continua a leggere

voglio andare in paradiso

                            L’auto corre serena nella notte,   la radio si ode appena e sul sedile accanto tu leggermente assopita. Dio, o qualunque cosa tu sia, ferma questo momento, è questa l’eternità che voglio vivere: questo il mio paradiso.  E’ uno dei paradisi possibili  questo, ed era pensato perché una ragazza a lungo desiderata, aveva finalmente accettato di essere accompagnata in un’altra città … Continua a leggere

la tragedia appesa al muro

i fili che tessono l’aria sono la trama del mondo sono il tessuti dell’universo lo sanno tutti quelli che bevono troppo gin per andare a mostrarsi nella capitalema piove a dirotto e si dissolve la grana del profumo del cemento mentre il passo del tempo somiglia al colore del vento la tragedia sta appesa al muro come il quadro della staccata … Continua a leggere